Un www.anpi.it tutto nuovo da lunedì 28

29 09 2015

In sensibile aumento il numero dei visitatori e delle pagine consultate. Il saluto e gli auguri dell’Anpi nazionale.

Lunedì 28 settembre porterà una sorpresa agli amici di  www.anpi.it: troveranno un sito tutto nuovo che, speriamo, sia loro ancora più gradito.
Www.anpi.it esiste da 15 anni. Uno strumento di informazione che per molti è anche il riferimento operativo per vivere una casa comune – ospitale ma non acritica –  dove  le passioni ideali possono trovare espressione e applicazione nella vita di tutti i giorni: insomma, senza retorica, un autentico canale di partecipazione democratica.
In 15 anni  www.anpi.it è cambiato parecchio sempre cercando di adeguarsi alle sensibilità nuove che affioravano nella democrazia italiana.
Qualcuno ricorderà che 15 anni fa chi si collegava a www.anpi.it veniva accolto, dalle note delicate di “Bella ciao”.  E sicuramente qualcuno dei nostri affezionati “navigatori” ci rimase male quando sei anni fa lanciando il nuovo sito scoprì che non veniva più accolto da quella musichetta che ogni volta accarezzava il cuore. Delusione, però, che durò  appena il tempo di scoprire che il nuovo sito offriva non solo “Bella ciao” ma tutto il repertorio musicale della resistenza… e non solo italiana, come la nuova dimensione  europea, nel bene e nel male, imponeva.
Certo, ancora molto c’è da fare per venire incontro a tutte le esigenze di informazione – che spesso è fame di conoscenza da una parte e di partecipazione dall’altra – che i tanti nostri amici ci dimostrano. E proprio per questo che sei anni dopo l’ultimo restyling abbiamo deciso di rinnovare il sito per renderlo più corrispondente ai desideri di quanti, in questi anni, ci hanno dimostrato  interesse, talvolta perfino affetto.
Sei anni fa la scommessa la vincemmo e sono i numeri, anzi le percentuali, a dirlo. In sei anni l’arcigno contatore del sito, ossia quel meccanismo automatico che implacabilmente conteggia tutti i contatti,  ci dice che i visitatori di  www.anpi.it sono aumentati sensibilmente. Confrontando il periodo dal primo luglio 2009 al 30 giugno 2010 con il periodo dal primo luglio 2014 al 30 giugno 2015 gli utenti sono saliti del 30%, le pagine consultate del 50%. Nessun trionfalismo. I risultati sono buoni ma siamo consapevoli che possiamo e dobbiamo pretendere di più.
Insomma un risultato positivo che in definitiva, però, ci impone maggiore responsabilità, maggiore attenzione… maggiore lavoro!
Ma sia chiaro, un maggiore impegno che continuerà senza minimamente deflettere dalla linea che l’Anpi da sempre persegue: difesa della Costituzione  nata dalla Resistenza e difesa della memoria.
Su  www.anpi.it,  potete esserne certi, queste due strade da sempre intrecciate continueranno a essere quelle maestre: attraverso la pubblicazione puntuale di tutte le manifestazioni, piccole e grandi, che praticamente ogni giorno, in ogni parte d’Italia, l’Anpi – e non solo – organizza per ricordare e difendere la memoria; e attraverso quella ricerca, a volte davvero difficile,  delle vite dei tanti italiani che durante la lotta di liberazione, talvolta anche a prezzo della loro vita, contribuirono a sconfiggere il fascismo e il nazismo creando le condizioni per regalarci un’Italia libera e democratica. Nella sezione “donne e uomini della resistenza” si contano ormai quasi 3100 biografie. Il nostro impegno a ricordare, naturalmente, continuerà, contando soprattutto sulle segnalazioni che i visitatori del sito ci faranno. Quante alle altre novità nessuna anticipazione. Che sorpresa sia!

Michele Urbano

Annunci

Azioni

Information